Vai al contenuto

La lezione del giorno

4 marzo 2011

Perché, a quanto pare, quando si hanno le rughe si fa meno l’amore. Grazie a Repubblica per la lezione: ci mancava. E quando si invecchia, meglio nascondersi. Forse George Clooney ha mai sentito di doversi giustificare per le sue, di rughe?

About these ads
9 commenti leave one →
  1. nientedinuovo permalink
    4 marzo 2011 20:21

    Lontani sono i tempi della Magnani…
    ma forse è già assurdo provare a paragonarle. Non demoralizziamoci, le vere attrici ci sono e le rughe non sono tra i loro pensieri.

  2. Paolo1984 permalink
    4 marzo 2011 20:36

    Cosa avete contro Monica Bellucci? E vabbè non è la Magnani e lo sa pure lei, secondo me, ma mi pare che la sua dichiarazione di serena accettazione degli anni che passano sia apprezzabile anche se secondo me può tranquillamente posare nuda e fare scene d’amore anche con qualche ruga.

  3. paola permalink
    5 marzo 2011 00:22

    Care mie, a proposito di attrici, e solo di attrici, e del modo di mettere in scene le loro pelli, a tutte le età. Chi si ricorda di Irene Papas? quando la vedevo come Penelope in televisione, avrà avuto già quarant’anni, e tanti, comunque, ne aveva il suo personaggio, ed era una visione abbagliante, con tutte le sue rughette. Che sono aumentate ed hanno contribuito a marcare la sua bellezza, nel corso degli anni, fino alla vecchiaia. Già, ma lei era bella, direte, e lo era come, per esempio, tra le italiane mai rifattesi, Virna Lisi. Sì, certo, ma tanto più significativa la scelta di una “bella”, che ha deciso di non farsi prendere dal panico di fronte allo scorrere del tempo, e non ricorrere al patetico tentativo di imbalsamare la bellezza della sua gioventù, conquistandosi la bellezza della vecchiaia.

  4. sauerophelia permalink
    5 marzo 2011 15:57

    Per quanto mi riguarda non ho nulla contro la Bellucci: mi dispiace soltanto che la presenza di qualche ruga IN UNA DONNA (perché se fosse un uomo non ne staremmo parlando) debba condurla a giustificarsi e ad ipotizzare una riduzione delle sue attività. Mi sarebbe piaciuto che lei rispondesse: “Non vedo perché dovrei preoccuparmi delle rughe”. Punto. E non si capisce perché le scene di sesso debbano sempre ritrarre donne in perfetta forma, sode, senza rughe, che dimostrino massimo trent’anni (portati bene). Il sesso si fa anche dopo e, a quanto mi dicono, altrettanto bene. Allora non capisco perché il cinema e la televisione debbano ritrarre un mondo inesistente nel quale esistono soltanto venticinquenni perfette. Oltre che opprimente, lo trovo anche vagamente fascista.

  5. Paolo1984 permalink
    5 marzo 2011 23:44

    Ma veramente l’ho detto anch’io che per quanto mi riguarda la Bellucci potrebbe continuamente continuare a fare scene d’amore. Di solito i venticinquenni perfetti sono sia maschi che femmine, e..comunque le donne di Sex & the city hanno più di 25 anni, stesso discorso per altri telefilm…credo che la fiction e il cinema siano plurali da questo punto di vista. Nel film Tutto può succedere di Nancy Meyers si racconta la passione tra due non più giovani Jack Nicholson e Diane Keaton, ne I Ponti di Madison County ci sono Meryl Streep e Clint Eastwood bruciati da cocente passione e in E’ complicato di nuovo la Streep che ha un ritorno di fiamma con l’ex marito Alec Baldwin.
    Nella quarta stagione della soap Tempesta d’amore la protagonista femminikle era Emma Strobl interpretata da Ivanka Brekalo, attrice giovane e carina certo ma anche cicciotella quindi una bellezza non convenzionale.
    E gli esempi potrebbero continuare

  6. paola permalink
    6 marzo 2011 02:26

    Sarà un caso che Paolo ha portato tutti esempi non italiani? Aspetto un post sull’immaginario delle serie americane che possiamo vedere sulla RAI (“Cold case”, “Criminal minds”, “NCYS”) tutte diverse tra loro, ma accomunate dalla presenza di figure femminili non stereotipiche, sia nei ruoli che nell’aspetto. Sono le uniche “fictions” che riesco guardare in televisione. Tra parentesi, sospetto che questi messaggi abbiano contribuito a creare e/o a incrementare la cultura da cui sono uscite/i le elettrici e gli elettori di Obama. Voi che ne pensate?

    • Paolo1984 permalink
      6 marzo 2011 11:42

      L’elettorato di Obama l’hanno creato otto anni di Bush. Comunque sì le serie tv americane sono ottime come trame e come qualità tecnica, anch’io in tv guardo quasi solo quelle (oltre alla Gialappa’s e a x factor che però non faranno più)

  7. Paolo1984 permalink
    6 marzo 2011 23:58

    Comunque torno adesso dal cinema, ho visto Manuale d’amore 3 e la Bellucci è meravigliosa.

  8. 8 marzo 2011 10:17

    Un abbraccio a tutte: buona Giornata della Donna!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 1.331 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: