Skip to content

Silvio, l’uomo vero. Ovvero i miracoli del Viagra.

23 luglio 2009

Su sito dell’Espresso sono uscite le nuove registrazioni sulle conversazioni del nostro, non più santo, presidente del consiglio con la zoccola (ma mica scema) Patty D’Addario. Non vi anticipo nulla se non che il nostro Premier dimostra sempre di saper dare il consiglio giusto!

Restando sull’argomento vorrei segnalare l’editoriale di un importante giornale russo, riportato dal Corriere della Sera, nel quale un giornalista (un certo Ponomariov) tesse le lodi di Berlusconi.

In poche parole ci si chiede di cosa si lamentino gli italiani i quali “dovrebbero essere fieri di tale primo ministro che ha 72 anni ma è in forma brillante, ha un sorriso largo, un eloquio bello e colorito…” ed “è sempre circondato da donne avvenenti che non solo brillano di bellezza ma anche fanno carriera” (diciamo che in questo caso le cose vanno di pari passo, visto che per fare carriera devono prima passare per il lettone di Putin).

Non contento il giornalista (sta cercando forse di essere assunto al Giornale? Questa sarebbe l’unica spiegazione ragionevole di una simile accozzaglia di stupidaggini ) rincara la dose di stronzate: «Ora scopriamo che Silvio compie imprese non solo in campo politico ma anche nelle vignetta_20090714 alcove. È come un cavalier gentile…», prosegue, scagliandosi contro «moralisti e ipocriti».

Dulcis in fundo: «Se Berlusconi sta usando il suo testosterone alla grande forse fa male a qualcuno? Forse alle sue partner? Ma le ultime non si lamentano e con la moglie legittima ha avviato il divorzio», aggiunge. «Per nessuno è un segreto che in Russia Berlusconi è amato e questo non lo si può dire di altri leader uomini o donne occidentali. O sono fiori appassiti o sono troppo gonfi della loro “missione storica” perchè loro sono politici e Silvio è un uomo vivo», conclude .

Mi sa che il sig. Ponomariov, il quale per altro, a mio avviso, esprime un pensiero comune a molti italiani (quanti maschi italiani sentendo delle performances amatorie del Nostro avranno provato ammirazione per lui? Molti…), non ha capito un granché delle motivazioni che ci spingono a deprecare il comportamento del Cavaliere (rimasto tale solo formalmente). Non si tratta di essere moralisti e tanto meno ipocriti (ricordiamo come fosse Silviuccio ad autoproclamarsi “Unto del Signore”… quando si parla di ipocrisia…). Credo che tra coloro che ora criticano il Premier siano davvero pochi quelli che si sono scandalizzati o abbiano ritenuto gli atti del presidente come riprovevoli in sé. Ciò che viene imputato come inammissibile sono diverse cose, tutte esuli da qualsiasi forma di bigottismo morale:

  1. Il Premier ha spudoratamente mentito (solo per questo in qualsiasi altro paese sarebbe stato costretto a dimettersi).
  2. Per salvarsi la faccia ha nuovamente attaccato la libertà di stampa, fondamento di qualsiasi democrazia.
  3. Offre candidature politiche in cambio di prestazioni sessuali (e che… pagarle non basta più?).

Altro che moralismo…

Advertisements
No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: