Skip to content

Tutti tossici di ossitocina?

4 settembre 2009

Dopo aver partecipato al Cuddle Party domenica scorsa, sono uscito in strada e mi sentivo incredibilmente bene: leggero, pacifico e sorridente. È stato fantastico incontrare, conoscere e coccolare ognuno di voi. Ragazzi, siete dei grandi coccolatori! L’atmosfera che si è creata era incredibilmente amichevole e accogliente. Sono stati momenti stupendi. Spero che ci potremo incontrare di nuovo!

Si chiama Cuddle Party, il “Coccola Party”. La festa delle coccole. Ci si ritrova tra perfetti estranei e ci si scambia tenerezze.

Ideato nel 2004 da Reid Mihalko e Marcia Baczynski (due carismatici personaggi attivi tra il mondo dell’educazione e quello del marketing), il Cuddle Party è un evento destinato a soli adulti, che mira a costruire un ambiente sociale tale per cui chi partecipa possa sentirsi a proprio agio; abbastanza, almeno, da poter finire con il coccolarsi con gli altri partecipanti.

Reid e Marcia ci tengono subito a precisare che un Cuddle Party non è un’orgia (tanto che una sezione apposita del sito spiega che le erezioni possono capitare, ma che uno degli obiettivi è anche far sì che se ne riconosca la naturalità e che si impari a gestirle).

L’organizzazione prevede che, all’arrivo, tutti i partecipanti si mettano in pigiama. Poi c’è un “cerchio di benvenuto”, in cui un operatore rompe il ghiaccio e fa sì che ognuno possa familiarizzare con gli altri partecipanti. Vengono spiegate le regole del Cuddle Party, che sono tante e precise, e che prevedono, tra le altre cose, che si debba rimanere sempre vestiti e che per toccare qualcuno si debba sempre avere il suo esplicito permesso. In tutto il party dura due ore: niente alcol, niente droga, niente sesso (perlomeno, non “sesso” come siamo soliti intenderlo. Non a caso uno degli organizzatori si chiede In fondo, cos’è il sesso?). Solo contatto fisico e, volendo, “lasagna umana” finale.

Di che cosa si tratta? Da un punto di vista strettamente chimico è molto semplice: un contatto fisico piacevole induce il sistema limbico situato nel nostro cervello a produrre ossitocina, sostanza connessa con fenomenucci umani quali, per esempio: l’orgasmo, la fiducia nel prossimo, l’amore, la monogamia, il comportamento materno, il riconoscimento sociale. Insomma dopo due ore di coccole, semplicemente, un essere umano è zeppo di ossitocina. Si sente meglio. E il Cuddle Party, per 30 dollari, ti fa una pera naturale di ossitocina.

Il fenomeno è in crescita: attualmente potete trovare Cuddle Party in vari continenti (Stati Uniti e Canada, Inghilterra e Australia).

Bene. Adesso potete pensare che sia la cosa più “peace and love” che abbiate mai sentito, oppure che sia solo l’abbraccio sinistro del capitalismo. Potete credere che sia una sorta di prostituzione di gruppo, o che sia un fenomeno più inquietante ancora, perché è a pagamento ma richiede più intimità di un incontro sessuale occasionale. Potete ritenere che sia dettato dalla spaventosa solitudine dell’uomo metropolitano, o che sia un modo per stare insieme più sano, per esempio, di una discoteca.

Magari qui può venire fuori qualche idea.

Annunci
One Comment leave one →
  1. specnaz permalink
    4 settembre 2009 23:47

    Che la crescita di fenomeni del genere sia indice di un disagio individuale, quale che esso sia, è fuor di dubbio….
    Al di là del mercimonio discutibile ed eventualmente bypassabile (una volta capito come funziona chi vuole lo organizza da sé volendo…) tutto sommato se chi vi partecipa ne trae beneficio senza danneggiare gli altri, tanto meglio per lui… non mi sembra molto differente e certo non più biasimevole del trovare senso di benessere nel fumare o nel bere.
    Non mi stupisce comunque, dati i problemi logistici causa il loro dislocamento medio, che degli americani paghino per un pigiama party per adulti, piuttosto che passare una serata a giocare a nascondino o a girogirotondo 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: