Skip to content

Burqa e crocifissi

12 ottobre 2009

crocifisso nelle scuoleIl ministro Carfagna dice che sta pensando di vietare il burqa e il niqab nelle scuole.

Come ricordavamo già (qui e qui) vietare i veli nelle scuole potrebbe significare seguire il modello francese. In Francia c’è una legge che proibisce di mostrare simboli religiosi in tutti i luoghi pubblici. Quindi per andare a scuola, per esempio, è illegale mettere il velo se siete musulmane, indossare un crocifisso se siete cristiani e mettete il kippah se siete ebrei. E’ una legge piuttosto dura, che può suscitare varie perplessità, ma è equa: tutti o nessuno.

La Carfagna invece pare non voler praticare quest’equità. Siamo in Italia ragazzi. La ministra ha precisato che vuole vietare burqa e niqab non in quanto simboli religiosi – perché vietarli per questo farebbe rientrare nella categoria anche i crocifissi, per esempio – ma “per le storie che nascondono, storie di donne cui vengono negati diritti fondamentali come l’istruzione o la possibilità di lavorare, storie di violenza e di sopraffazione“. Cos’è, un divieto alla consapevolezza? alla narrativa? che loro si tolgano il velo, così mentre noi guardiamo il nostro crocifisso in classe non dovremo pensare alle loro storie? divieto di incrinare il buonumore a un occidentale?

La proposta di legge della Lega per proibire il burqa intanto è stata depositata 10 giorni fa, e prevede:

  • arresto in flagranza,
  • reclusione fino a 2 anni,
  • multa fino a 2mila euro.

Questa sì che è emancipazione.

Annunci
4 commenti leave one →
  1. antigonexxx permalink*
    13 ottobre 2009 10:36

    forse mara carfagna non si rende conto che anche la sua di immagine non è così positiva soprattutto per quelle bambine che vedono una pseudo-velina diventare ministro per motivi che vanno al di là del merito professionale…anche la sua forse è una storia di cui vergognarsi…

  2. cocco permalink
    1 novembre 2009 10:41

    il testo informativo appena letto, mi fa venire la pelle d’oca, perchè se è vero quello che vogliono fare è davvero una cosa sbagliata, in quanto “o tutti o nessuno” se tutti siamo uguali come affermano i diritti umani, o per lo meno i diritti includendo la legge è uguale per tutti, anche questa cosa dovrebbe essere uguale.
    poi la scuola non è un luogo laico?
    apriamoci un po mentalmente perchè se l’italia accoglie stranieri, si deve rendere anche disponibile a far si che stiano bene, e si possono addattare!!!
    pronunciando il termine addattamento sto a far capire che si devono sentir bene nel nostro paese, rispettando le leggi del paese, ma anche rispettando quelle ke sono delle leggi sue.
    inoltre se siamo talmente disponibili da accettarli, non dobbiamo essere integralisti.!!!!!!

Trackbacks

  1. Dio non esiste, la Chiesa sicuramente sì « femminileplurale
  2. Dio non esiste, il Vaticano sicuramente sì « femminileplurale

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: