Skip to content

Da Puttanopoli a Sputtanopoli il passo è breve.

16 ottobre 2009

Eh sì, il clima sta davvero cambiando. Dalle uscite di Feltri sul Giornale al pediamento di ieri del giudice Mesiano si può dire che la situazione italiana ha assunto una nuova piega.

Innanzitutto i fatti. Ieri mattina durante il programma “Mattino 5” è andato in onda un servizio su questo giudice (qui ne parla Repubblica), che,  per chi non lo conoscesse si tratta di colui che ha condannato Fininvest al maxi risarcimento alla Cir di Carlo De Benedetti per una cifra pari a750 milioni di euro. In sostanza Fininvest avrebbe pagato delle mazzette ad alcuni giudici romani per riuscire da avere il controllo del pacchetto azionario della Mondadori.

Caro giudice non si fa così! Ed è qui che entrano in scena i servi Mediaset, quelli che reputano il lavoro dipendente come atto di fedeltà assoluta al di là di qualsiasi forma di dignità professionale. Ma torniamo ai fatti.

Tutto il servizio è incentrato sul tentativo di dimostrare le stravaganze di questo giudice con l’allusione che se ha condannato Fininvest è perchè non ci sta tanto con la testa . I giornalisti di Canale 5 probabilmente stanno cercando di dare conferma alle affermazioni di Berlusconi sulla natura  antropologicamente diversa di giudici e magistrati (domanda…cosa vuol dire antropologicamente diversi? mi sfugge). Si tratta quindi di dimostrare che anche questo giudice è mentalmente disturbato (sempre parole di Berlusconi).

Ci saranno riusciti? Questo giudice è così stravagante che in tutto il video cammina, fuma, va dal barbiere, insomma cose davvero incredibili. Nel video non si vede nulla di più che un comune cittadino nella sua quotidianità. Insomma on c’è niente di strano, ma il giornalista in sottofondo afferma e sottolinea come in realtà di ci sia. Credo che la politica sia stata: insinuiamo il dubbio, la gente ci cascherà. Siamo davvero così scemi?

Annunci
5 commenti leave one →
  1. 16 ottobre 2009 20:40

    E’ un uomo che va dal barbiere, fuma sigarette e indossa calzini azzurri.
    Cosa avrebbero detto se avesse organizzato una cena con 30 ragazze, le avesse fatte cantare tutte insieme “per fortuna che Mesiano c’è” e poi fosse andato a letto con una di loro?

  2. 16 ottobre 2009 22:13

    Scherzate? Essere persone normali e per bene è una cosa gravissima!

  3. 16 ottobre 2009 23:12

    Alla domanda posta da antigone alla fine del post, la mia risposta è: Si, siamo davvero così scemi….

  4. antigonexxx permalink*
    17 ottobre 2009 21:08

    mi sa davvero che i canoni di quella che solitamente definivamo come “normalità” sono cambiati. E con essi siamo cambiati anche noi e la nostra percezione della realtà. Concordo con Giuseppe: siamo davvero così scemi. Il vero nemico non è Berlusconi ma il modo con cui il suo modo di essere e di agire ha modificato la nostra società, un modo che lì ha trovato terreno fertile. Il nostro nemico è questa società.

  5. sauerophelia permalink
    20 ottobre 2009 07:53

    Se non fossimo così scemi, staremmo facendo qualcosa. Non ho parole, davvero: sono fuori dall’Italia – per cui le notizie mi arrivano un po’ “ovattate” ma questo è davvero al di là di ogni immaginazione.
    Per fortuna che i giornalisti di canale 5 sono incazzati neri (almeno loro…): http://unita.it/news/italia/89952/caso_mesiano_bufera_tra_i_giornalisti_mediaset
    Altro che mettersi i calzini turchesi: bisogna fare qualcosa di più. Come dice Luttazzi, la resistenza non dovrebbe mai finire.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: