Skip to content

Fake Feminism

12 novembre 2009

laMINISTRONZA intervista

Esprimendo il loro parere su La ministronzail fumetto di Alessandro Spataro dedicato a Giorgia Mecojoni Meloni – Fini, Gasparri, La Russa, Bonaiuti, La Loggia, Cicchitto, Prestigiacomo, Gelmini sono unanimemente, sublimemente, strenuamente impegnati nella difesa della dignità della donna contro volgari attacchi misogini. Certo. E il loro parere sul fumetto non ha nulla a che vedere con i meriti e le competenze delle donne che ricoprono incarichi importanti come quello di ministro nell’attuale governo Berlusconi.

Perché Mara Carfagna, Mariastella Gelmini, Giorgia Meloni, Michela Vittoria Brambilla e Stefania Prestigiacomo non hanno nulla da temere da discorsi di questo genere.

Annunci
7 commenti leave one →
  1. 12 novembre 2009 15:24

    Sono d’accordo con te sul fake feminism, ma comunque da quel che ho visto di questo fumetto mi sembra che insista su fluidi corporei vari, difetti fisici, etc, non di altissimo livello, chiunque ne sia a “vittima”. La satira puo’ essere meno volgare e piu’ graffiante.

  2. 12 novembre 2009 16:31

    Sono d’accordo Anna, la satira di Spataro può senz’altro migliorare, e un lettore può benissimo pensare che il fumetto faccia troppa leva sulla volgarità. Però anche l’argomento della volgarità – se usato dai politici – è fake: la gatta nera di non so più che canale mediaset è ben più volgare di Spataro, ma non ho mai sentito Fini o Gasparri dire che è inaccettabile.

  3. omofiliaco permalink
    12 novembre 2009 20:39

    posso esprimere un parere solo su quanto pubblicato non conoscendo il lavoro saritico di Spataro. queste vignette in particolare non mi sembrano affatto volgari né offensive, graffianti sì. ma poi, per ampliare un poco il discorso, da quando la satira deve essere necessariamente in punta di fioretto? in fondo Aristofane – tanto per scomodare uno che di comicità e satira ne sapeva parecchio – riesce a essere spesso d’una volgarità assurda, tuttavia si tratta del primo livello di lettura. insomma, la vera satira sta sotto alle allusioni sessuali – che a esempio in questa vignetta non ci sono neppure -, anche a quelle più grevi. eccheccavolo, ma poi la complessità, i livelli di comunicazione e di lettura sono davvero passati di moda? sono davvero così vecchio? se almeno fossero stati sostituiti dalla semplicità e non dalla semplificazione…
    in ogni caso gli esponenti del nostro illuminato governo che parlano di misoginia sono credibili come il luminoso ministro Brunetta che si definisce socialista o come io che parlo di meccanica quantistica…che malinconia

  4. 12 novembre 2009 20:50

    @omofiliaco
    Se vai sul sito di Spataro (nel post l’ho linkato) ci sono varie pagine del fumetto che si possono leggere on line.
    Comunque sono volate parole grosse eh. La Carfagna che parla di sessismo, la Concia che parla di maschilismo, la Bindi che parla di misoginia. Uhu.
    Quanto alla satira, quello che condensò più livelli di lettura in una sola battuta volgare per me fu Luttazzi con la famosa battuta su Giuliano Ferrara immerso in una vasca da bagno…

  5. 13 novembre 2009 00:40

    me che si tacciano tutte le ministronze! la satira è satira ed è maleducata e anche volgare, a volte. se non è di loro gusto che leggano gli articoli di feltri. molto più “puliti”…

  6. 13 novembre 2009 01:48

    quoto lucia. se la volgarità in italia fosse quella dei fumetti saremmo a cavallo.
    faccio notare poi che il fatto riportato dal fumetto che ho riportato qui è vero, almeno a quanto dichiara spataro: c’era una incongruenza tra due curriculm della meloni (solo che adesso uno dei due è scomparso, che caso).

  7. 14 novembre 2009 11:35

    Bè, comunque l’unico istituto Amerigo Vespucci di Roma che sono riuscita a trovare è un professionale alberghiero, quindi…
    Ecco, se fossi oggetto di questa striscia mi sentirei molto peggio che se si parlasse dei miei fluidi o delle mie tette.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: