Skip to content

Sacconi, hai rotto.

3 dicembre 2009

Quasi quasi mi annoio da sola a scriverne. Ma è necessario, e importante riportare l’ennesima puntata della vicenda che riguarda l’immissione in commercio della pillola abortiva nel nostro paese.

L’Aifa ha risposto al ministro del Welfare (e ci sarebbe da riflettere sul significato orwelliano di questo termine) Sacconi per quanto riguarda il parere da lui espresso sulla Ru486, e ha affermato che non modificherà la sua delibera a proposito.

Naturalmente, Maurizio non è soddisfatto: voleva che fossero chiariti i termini nei quali è previsto il ricovero ospedaliero per l’aborto nel caso si utilizzi la pillola. Ovvero, voleva che si specificasse se si tratta di un ricovero ordinario o di un semplice day hospital.

Ho un’idea: diamogli qualcosa da fare. Suggeriamo al ministro (pagato con i nostri soldi, remember) delle attività alternative, in modo che possa mollare l’osso della Ru486 e dedicarsi a qualcosa di più costruttivo e utile per le cittadine e i cittadini di questo paese. Poi gli mandiamo un’email.

Advertisements
One Comment leave one →
  1. 3 dicembre 2009 22:26

    Come attività alternativa all’altezza di Sacconi propongo… uhm, fammi pensare, fammi pensare… il licenziamento! che ne dici?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: