Skip to content

Ideologie protette

9 febbraio 2010

Sbraitando contro l’Aifa per il fatto che la Ru486 si può trovare e comprare su internet, il leggendario Gasparri prende due piccioni con una fava.

Da un lato coglie un’occasione per demonizzare la rete, ottima abitudine per chi, come lui e i suoi colleghi, vuole i cittadini lontani da qualsiasi informazione non preventivamente selezionata dalla tv.

D’altro lato, prosegue la battaglia contro la libertà di scelta; battaglia che non ha niente a che fare con la tutela della salute delle donne (la Ru486 è sicura, commercializzata da anni), bensì con la tutela dell’ideologia che le vede soggetti non capaci – o non degni – di scegliere.

Gasparri se ne frega delle conseguenze. Per quelle, offriamo noi.

No comments yet

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: