Vai al contenuto

Femminicidio

26 agosto 2010

Cos’è il femminicidio? Una definizione dal blog di Barbara Spinelli di Giuristi Democratici, che oggi interverrà alle 20.30 al Bastione Santa Croce, Padova nell’ambito del Festival Arci Trattiamole bene: donne, integrazione, conflitti. [update: a causa di un caso di omonimia, ho fatto confusione tra due persone diverse, Barbara Spinelli la giornalista e Barbara Spinelli la giurista di Giuristi Democratici. Mi scuso dell’errore e ringrazio le due lettrici che sul nostro profilo facebook mi hanno corretta a tempo di record].

Aggiungo alla definizione la tabella dall’indagine Istat: viene da questa indagine e dimostra che in Italia una donna su venti ha subito uno stupro o un tentativo di stupro, una donna su cinque è stata vittima di violenza fisica, una su sei è stata vittima di violenza sessuale.

«Il femminicidio è una categoria di analisi socio-criminologica delle discriminazioni e violenze nei confronti delle donne per la loro appartenenza al genere femminile (per approfondire vedi il mio libro: “Femminicidio. Dalla denuncia sociale al riconoscimento giuridico internazionale”, Franco Angeli, 2009).

È un neologismo con il quale si nomina ogni forma di discriminazione e violenza rivolta contro la donna “in quanto donna”.

È la violenza di genere in ogni sua forma.

È l’esercizio di potere che l’uomo e la società esercitano sulla donna affinché il suo comportamento risponda alle aspettative dell’uomo e della società patriarcale, è la violenza e ogni forma di discriminazione esercitata nei confronti della donna che disattende queste aspettative.

Questa forma di controllo annienta l’identità della donna, assoggettandola fisicamente e/o psicologicamente, economicamente, giuridicamente, politicamente, socialmente.

Il femminicidio è la punizione quotidiana per ogni donna che non accetta di ricoprire il proprio ruolo sociale, è il principale ostacolo alla autodeterminazione e al godimento dei diritti fondamentali di più di metà della popolazione mondiale.

Il femminicidio attraversa ogni epoca, ogni cultura, ogni luogo.

Come ha sostenuto Bordieu, il dominio maschile sulle donne è la più antica e persistente forma di oppressione esistente.

Il femminicidio viola i diritti umani di metà della popolazione mondiale, spesso con la connivenza delle istituzioni».

No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: