Skip to content

Condom stupor mundi

22 novembre 2010

Il Prostituto

La notizia sta facendo il giro del mondo: Ratzinger ha ammesso che, in alcuni casi specifici, il preservativo può essere un atto morale. Straordinario.

Ma questo è solo il 50% della notiza. L’altro 50% in Italia è stato oscurato: il fatto che Ratzinger abbia esplicitamente parlato di prostituzione maschile.

Es mag begründete Einzelfälle geben, etwa wenn ein Prostituierter ein Kondom verwendet, wo dies ein erster Schritt zur Moralisierung sein kann, ein erstes Stück Verantwortung“.

Cioè:

“Ci possono essere alcuni singoli casi giustificati, come quando un prostituto usa un preservativo, nei quali questo può essere un primo passo verso la moralizzazione, un primo atto di responsabilità”.

L’Osservatore Romano (toh!) ha tradotto il passo con “una prostituta“, al femminile, dando a intendere che il papa considererebbe morale che la prostituta chieda al proprio cliente di utilizzare il preservativo. Francamente, sarebbe stato un po’ contorto.

Comunque sia, con questa intervista la chiesa comincia a balbettare qualcosina sul sesso non finalizzato alla procreazione. Ma come, giustamente osserva il Post, le spiegazioni possono essere due: o il papa giustifica l’uso del preservativo solo nei casi in cui la procreazione è comunque impossibile (come nei rapporti omosessuali), oppure sta rompendo due taboo in uno (la contraccezione e l’omosessualità).

Mi sento un tantinello pessimista e credo che tutto questo potrebbe essere smentito nei prossimi giorni. Ma, se così non fosse, ci sarebbe un piccolo passo verso le persone reali e la loro reale sessualità. O forse addirittura due piccoli passi. Staremo a vedere.

Update: qui un bell’articolo assai meno ottimista del mio.

Annunci
6 commenti leave one →
  1. antigonexxx permalink*
    22 novembre 2010 17:45

    in che modo un preservativo può agire in senso “moralizzatore”?secondo me il discorso del Papa mirava a questo. Non viene detto che il preservativo serve a prevenire malattie etc ma a “moralizzare”. Nel momento in cui sei giustificato dalla Chiesa a usarlo sei consapevole del fatto che la tua azione è, agli occhi della chiesa stessa, come immorale. Sei l’unico ad avere il dovere di metterlo, è un azione che ti deve rendere consapevole di star facendo una cosa sbagliata e immorale…l’autorizzazione di usare il preservativo da parte della chiesa, deprecato per qualunque altro essere umano, non è altro che un modo per affermare l’immoralità di chi lo usa, e di renderlo consapevole di essa…l’uso del preservativo come marchio di infamia…

  2. paola permalink
    22 novembre 2010 23:03

    ah, bene, ci siamo, e forse questa volta grazie al papa in carica, dunque, direi che emerge questo: la chiesa non è “sessuofobica”, e la cultura maschile, che la chiesa ha ereditato e tradotto in nuove formule, non è “sessuofobica”, mi spiego meglio: il punto non è l’attività sessuale indiscriminata, generica, il punto è il controllo dei corpi delle donne e delle loro volontà. Il punto è che la chiesa, e con essa la cultura maschile, è “donnofobica”, “femminofobica”, ovvero, ciò che si aborrisce è l’autoderminazione delle singole donne, la loro facoltà di decidere se procreare oppure no, quando, come, e dove. La loro facoltà di disporre di sé stesse e di lasciare fuori gli uomini da queste decisioni: questo è il panico che ha motivato l’edificazione dei castelli ideologici delle culture maschili. Scusate la sintesi.

  3. 23 novembre 2010 14:28

    Purtroppo , ragazze , é giá arrivata una doccia-gelata … sono emersi altri dettagli di quell’intervista che costituirá il prossimo libro del Papa :
    Non solo si fá riferimento alla prostituzione maschile come unico esempio di uso ” tollerabile ” del Condom , ma si aggiunge che l’omosessualitá é condannabile , in quanto contro i ” progetti originali ” di Dio …
    A questo punto tutte le nostre congetture riguardo ad un’eventuale ” apertura ” della Chiesa Cattolica nei confronti della sessualitá , mi pare proprio che siano infondate !!

    • 23 novembre 2010 15:12

      Eh certo, questi hanno tempi biblici. Qualsiasi pessimismo è giustificato. Però intanto il papa dice che in alcuni casi il preservativo è lecito, e secondo me non è poco. Coraggio: si tratta solo di alcuni secoli.

      P.S. Solo un appunto: sono consapevole che l’apertura di Ratzinger è stata minima, sgraziata, e non priva di un marchio di “infamia”, come dice antigonexxx, ma credo che sia comunque un segno importante. Il ragazzo ci sta riflettendo su. Noi le nostre abitudini sessuali ce le scegliamo checchè ne dica Ratzinger, ma l’importanza dell’utilizzo del preservativo nella lotta all’AIDS è ancora sottovalutata. La Feminist Majority Foundation segnala che i fondi del governo USA devoluti a programmi che contrastino l’AIDS sono ancora fortemente a favore di programmi che incentivino la fedeltà coniugale (!) e/o l’astinenza sessuale (!): “prevention funds strongly favor abstinence/be faithful programs over all others“). Una parolina del papa in questo senso è importante. Poi certo, non sarà lui a sconfiggere l’ideologia sull’argomento, anzi. Però.
      http://womensphilanthropy.typepad.com/stephaniedoty/2010/11/end-abstinence-only-programs-in-aids-fight.html

  4. 23 novembre 2010 18:47

    La chiesa romana, al di là delle belle parole, è contro la donna. Perché L’Osservatore Romano – e presumibilmente la versione del libro – ha usato il femminile? Intenzione, per meglio adattarla alla realtà italiana o errore di traduzione? E’ la seconda volta che Federico Lombardi interviene a chiarire il senso dell’articolo in questione.

  5. 25 novembre 2010 18:00

    Se ne parla oggi nel mio blog più diffusamente, anche sul discorso del negazionista Williamson che è molto più esteso.
    All’inizio, leggendo ‘una prostituta’, ho pensato anche io che fosse comunque una minima apertura della Chiesa, minima ma importante visti i tempi lunghi che ha, biblici come dice Isarose.
    E ho pensato che era un’apertura in certo modo forzata dai tempi: meglio cedere su un lato minimo ed evidente che tenere ottusamente una posizione perdendo ulteriormente fedeli, visto che molti cattolici si tutelano al di là delle indicazioni magisteriali e si rendono conto dell’assurdità del divieto della contraccezione.
    Ma credo proprio che si riferisse ai maschi (‘ein prostituierter’) anche perchè in genere si usa dire la parafrasi ‘una persona che si prostituisce’ quando ci si riferisce ai vari generi sessuali, almeno riguardo la prostituzione che è socialmente considerata ‘roba da donne’. Tra l’altro spetterebbe a Ratzinger rettificare non ad altri che non si sa bene chi siano (non si sa nemmeno se sia davvero stato Lombardi).
    Dunque credo che l’ipotesi giusta sia quella riguardo alla prostituzione omosessuale, anche se esistono pure donne che vanno con ‘prostituti’, poche ma ci sono; tuttavia è impensabile che il Papa si riferisse a questi casi minimi.
    Cioè, dato che il sesso omosessuale è per la Chiesa pervertito per definizione poichè non presuppone il concepimento, perversione per perversione lasciamoli usare il condom, questo è il succo.
    Per una donna, fosse anche una prostituta sieropositiva, il papa resta retrogrado: meglio mettere al mondo un figlio pur non sapendo che futuro dargli che prevenire. Così dicono loro.
    Tuttavia c’è qualcosa di strano, mi è venuto in mente poco fa, che parli solo di rapporti omosessuali mercificati: allora potrebbe anche essere che parlasse genericamente di prostituzione, altrimenti sarebbe davvero una grave calunnia e dovrebbe imparare a parlare più chiaramente quando dice le cose.
    Ratzinger è in evidente difficoltà: doveva essere un Papa di transizione, ma gli sono scoppiate in mano una serie di bombe (in primis la pedofilia) che non si aspettava e non riesce a gestire.
    Chiunque fosse interessata/o ad una discussione più estesa è invitata/o (non ci sarebbe nemmeno bisogno di dirlo) sul mio blog.
    Ciao.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: