Skip to content

Indovina chi paga la crisi

30 giugno 2011

Sembra evidente, ormai, che a pagare la crisi economica siano le fasce più svantaggiate della popolazione. Se c’è da tassare, si tassano i redditi dipendenti, ma è già tanto se qualcuno soltanto pensa di toccare le rendite finanziarie. Se c’è da tagliare, si taglia lo stato sociale: la sanità, le pensioni, le tutele, la scuola. Allo stesso modo è evidente che i giovani e le donne sono parte consistente, se non preponderante, di quelle fasce svantaggiate della società, sulla quale si abbattono in modo più devastante le conseguenze di questa crisi.

Fino a qui, nulla nuovo. La novità è che c’è chi ha pensato di dare una mano a questa inevitabile tendenza e, dovendo licenziare dei dipendenti, ha scelto di licenziare le donne perché il loro è sempre “il secondo stipendio” in famiglia. I dipendenti, unanimi, hanno scelto di protestare contro l’azienda, salvo che all’ultimo gli uomini si sono tirati indietro e sono entrati in fabbrica, lasciando le donne con un palmo di naso. O con l’aspirapolvere ad attenderle, insomma. I dettagli qui.

Annunci
One Comment leave one →
  1. 30 giugno 2011 13:49

    Non solo. C’è un bel video sul Corriere. Sapete quanti maschi hanno scioperato oggi?
    U N O
    UN SOLO UOMO ha ritenuto che fosse giusto dimostrare solidarietà con le colleghe.
    E se guardate il video, vedrete sul suo viso la vergogna che prova per i suoi simili.

    http://video.corriere.it/inzago-donne-sciopero/cc9cadb0-a308-11e0-9bbf-ebc35d9cc61e

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: