Skip to content

Anche l’arte sostiene la Libreria delle donne di Padova

16 gennaio 2015

Care amiche e cari amici,
la nostra campagna di crowdfunding #Lìbrati! per sostenere l’apertura della Libreria delle donne di Padova continua. In tante e tanti ci state sostenendo con le vostre donazioni, iniziative e idee. Un artista e tre artiste milanesi affermate e apprezzate (Vittoria Chierici, Corrado Levi, Yari Miele, Rosa Maria Rinaldi) ci hanno donato alcune delle loro opere d’arte, permettendoci di metterle in vendita al prezzo politico di 300 euro. Il ricavato della vendita andrà a coprire le spese necessaria all’apertura della Libreria.
Qui di seguito potete ammirare le foto delle bellissime opere che ci sono state donate, accompagnate da una breve descrizione e da qualche informazione sull’autore e sulle autrici.
Per ulteriori informazioni sull’acquisto dei quadri contattateci mandando una mail a libreriadelledonnepadova@gmail.com

 

vittoria chiericiweb

Queste opere sono dipinte da Vittoria Chierici durante un viaggio su una nave cargo seguendo la rotta chiamata “the great circle”, la via più breve che unisce l’Europa e le Americhe lungo il 50° parallelo. Il colore, forte e luminoso, domina la rappresentazione, creando e richiamando il movimento e la potenza del mare, l’elemento in cui l’artista ha scelto di immergensi completamente. Con queste due opere fortemente evocative, l’artista permette allo spettatore di accedere alle proprie sensazioni e al proprio personalissimo processo creativo.

Dimensioni: 32 x 25; 3o x 22

Vittoria Chierici è una conosciuta artista nata a Bologna, ha vissuto a New York e a Milano,  sviluppa un approccio personale all’arte che rivela la sua natura multimediale, gestuale, nomade, in equilibrio tra passato e innovazione.
http://www.vittoriachierici.com/

Aggiornamento: le due opere di Vittoria Chierici sono state acquistate. Grazie. 

yari mieliweb

Yari Miele  si dedica all’esplorazione dei diversi modi di percepire le radiazioni luminose nello spazio, nell’intersezione tra luce naturale e luce artificiale e nel tempo, considerando due livelli percettivi: il tempo dell’attesa e quello dell’esposizione del fatto luminoso.
In questa affascinante fotografia emerge con forza il gioco tra illusione e realtà e l’attenzione per la struttura fisica e mentale dello spazio segnato dagli eventi luminosi che modificano percettivamente la nostra esperienza del mondo.

Dimensioni: 39 x 29

Yari Miele
Artista nata a Cantù nel 1977, vive tra Milano e Cantù. Ha all’attivo diverse mostre personali e collettive.
http://yarimiele.com

Questo slideshow richiede JavaScript.

In questo specchio Corrado Levi propone a chi guarda un nuovo modo di fruire dell’opera d’arte, non più come spettatore passivo della creatività altrui ma come protagonista del momento artistico. Lo spettatore rispecchiandosi entra nell’opera d’arte e diviene tutt’uno con essa. Tramite l’interferenza creata dall’artista sullo specchio, la sua superficie ne viene modificata così come la percezione dell’immagine. L’artista, con questa raffinata opera d’arte, invita lo spettatore a ri-guardarsi, a rivedere se stesso e il mondo con uno sguardo rinnovato e interrogante.

Dimensioni: 30 x 29

Corrado Levi, pittore, scrittore, architetto e critico è una figura importante dell’arte e della cultura italiane. Artista poliedrico, si è occupato anche di diritti civili, il valore della sua opera è ampiamente riconosciuto e le sue opere molto apprezzate.

 

rosamariarinaldiweb

 

In questo quadro di Rosa Maria Rinaldi emergono con forza due aspetti: l’attenzione per il colore e l’elemento femminile. Una figura femminile quasi esotica, o forse mitica, tratteggiata da pennellate veloci e decise che conferiscono movimento e spontaneità, elemento quest’ultimo tipico dell’opera dell’artista. Il viaggio, la tradizione, un tempo femminile di attesa prendono forma attraverso la spontaneità del gesto artistico e della stesura del colore in questa intrigante opera d’arte.

Dimensioni: 49 x 34

Rosa Maria Rinaldi, giornalista specializzata in architettura e design si avvicina alla pittura da autodidatta. È interessata alla marginalità geografica, fisica, mentale e artistica.
http://www.rosamariarinaldi.it/

 

Un ringraziamento speciale agli amici di Cutesnail Project che hanno realizzato le fotografie delle opere.

 

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: